Kilian Jornet Burgada all’Adamello ski raid

Kilian Jrnet Burgada all’Adamello Skiraid, chi freqyuenta anche solo un minimo lo skiraid o lo skyrunning, avrà nell’appuntamento del 7 aprile una data da non dimenticare assolutamente, vedere dal vivo uno degli atleti più straordinari esistenti oggi al mondo, un fuoriclasse in tutti i sensi, capace di imprese incredibili al di là delle capacità fisiche. Oltre a dominare ogni anno la stagione dello skyrunning, Kilian Jornet Burgada, ospite per questo anche della trasmissione Rai di Fabio Fazio, ha corso in solitario salendo e scendendo il Monte Bianco per ben due volte nella stessa giornata. Kilian è partito all’alba da Les Houches in Francia per arrivare sulla cima del Monte Bianco una prima volta dalla via normale, poi è sceso dal versante italiano, fino al rifugio Gonella. Il suo tempo, in questa prima fase, per salire e scendere dalla vetta più alta d’Europa è stato di 4 ore e 20 minuti. Non contento, dopo una breve pausa e relativo ristoro, si è rimesso in corsa con in direzione del  ghiacciaio Miage per ritornare poi in vetta. Da qui una nuova breve pausa, poi ha riaffrontato la via francese, questa volta in discesa per poi tornare al suo punto di partenza. Jornet ha fermato il cronometro una volta arrivato a Les Houches sul tempo totale di 12 ore, in cui è riuscito a coprire 6.700 metri di dislivello per la sua doppia salita. L’altra impresa era stata la salita e discesa dal Cervino in due ore e52 minuti. Ovvio quindi che tutti gli occhi di questa settima edizione della Adamello ski raid siano tutti per lo spagnolo. Per la settima edizione sono attesi atleti di ben 15 nazioni e in rappresentanza di 4 continenti a testimonianza del valore di questo evento spettacolare e dagli elevati contenuti tecnici, con i suoi 43.000 metri di sviluppo, 4.000 di dislivello positivo, 4.380 in discesa, partenza da quota 1.630 e transito addirittura ai 3.539 di Cima Adamello.
Una sfida affascinante, alla quale è difficile resistere. Kilian Jornet sarà in coppia con l’austriaco Jakob Hermann, con l’obiettivo di inserire i propri nomi nell’albo d’oro della competizione organizzata dall’Adamello Ski Team. Fra gli iscritti anche la collaudata coppia francese composta da Xavier Gachet e William Bon Mardion e gli altri transalpini Alexis Sévennec con Dider Blanc, in attesa delle iscrizioni degli italiani che non sono ancora state definite.
In campo femminile c’è già la coppia da battere, composta dalla francese Axelle Mollaret (vincitrice sul traguardo di Ponte di Legno due anni fa assieme alla svizzera Jennifer Fiechter) e dall’azzurra Alba De Silvestro, ma occhio pure all’esperta Laetitia Roux che deve però ancora svelare la compagna di cordata. La sfida per la vittoria è dunque lanciata, così come la corsa agli ultimi pettorali disponibili, visto che la chiusura delle iscrizioni è stata posticipata fino alla mezzanotte di mercoledì 20 marzo o al raggiungimento del numero di 350 coppie.
Negli scorsi fine settimana sono proseguiti i sopralluoghi in quota da parte degli organizzatori, che stanno allestendo il percorso di gara. Grazie alle abbondanti nevicate autunnali e degli ultimi giorni il manto nevoso garantirà un’edizione di alto livello, con la conferma dei passaggi significativi, come il canalino skiraid e il Passo degli Italiani. Il suggestivo transito a Cresta Croce è stato attrezzato e si annuncia ancora una volta uno dei momenti simbolo della competizione. Sarà dunque un Adamello Ski Raid particolarmente tecnico, anche a seguito dell’evoluzione dei ghiacciai, che inevitabilmente porta all’innalzamento dell’aspetto alpinistico, con tratti con ramponi e in ferrata.
Priorità del Comitato organizzatore è quella di portare il pubblico in quota. Anche quest’anno è confermato l’accesso gratuito dalle ore 5.30 alle ore 7.30 del pubblico sulle cabinovie Paradiso e Presena, per seguire il passaggio ai relativi passi, con la possibilità di assistere al transito ai 3000 metri di Passo Presena nell’Adamello Ski Raid Stadium, nella speciale arena allestita dal Consorzio Pontedilegno –  Tonale con tribune naturali. E per animare ulteriormente lo stadio in quota ai primi 2.000 tifosi che saliranno con la cabinovia verrà donata una campana personalizzata con la quale potranno spronare i concorrenti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*