MODENA E KESSLER VINCONO IL SECONDO GARDA TRENTINO XMASTRAIL IN 850 E IL SINDACO BETTA A ZONZO SULL’ALTO GARDA CON SOLE PRIMAVERILE

NAGO-TORBOLE (GARDA TRENTINO), 15 DICEMBRE 2018 – Il trentino Christian Modena (Team La Sportiva) si è aggiudicato stamane la seconda edizione del Garda Trentino Xmas Trail, precedendo al traguardo di Torbole, sulle acque del Lago di Garda, l’altro trentino Enzo Romeri (CMP Team). Nella gara femminile la vittoria è andata alla meranese Julia Kessler. E a Natale il Garda si è presentato nelle condizioni migliori: partenza con clima invernale e arrivo con temperature primaverili, a favore degli 850 partenti. Insomma, la classica giornata spettacolare, meteorologicamente parlando, ha reso unica la seconda edizione del Garda Trentino Xmas Trail ovvero la gara natalizia di 30 chilometri per 1200 metri di dislivello proposta nel Garda Trentino per fare il paio con il fratello maggiore Garda Trentino Trail, che tornerà il 18 maggio prossimo.

Il momento saliente della gara è stata la salita verso il castagneto di Nago: le balze del Monte Corno hanno permesso a Modena, trentino di Mori, di chiudere il gap su Romeri e sui giovani gemelli bellunesi Italo e Roberto Cassol per poi involarsi in tutta solitudine verso il traguardo, tagliato dopo 2h16’40 di gara, con un margine di tre minuti nei confronti di un Romeri letteralmente abbonato al podio nelle gare targate Garda Trentino Trail: secondo nel debutto del Xmas Trail dodici mesi fa, doppio secondo ed un terzo posto invece nei tre Garda Trentino Trail disputati. A completare il podio di giornata ci ha quindi pensato il ventenne di Sedico, nel bellunese, Italo Cassol (2h19’56) che ha superato il gemello Roberto (2h21’30) con il “prete volante” don Franco Torresani a raccogliere un prezioso posto, sulle strade di casa, vincendo in maniera scherzosa il confronto con il “suo” sindaco di Arco, Alessandro Betta, 60imo all’arrivo; quindicesimo posto invece per Christian Hofer, il vincitore del Garda Trentino Trail 2018. E poco prima dell’arrivo di Betta, il traguardo in riva al Benaco ha salutato l’arrivo della venticinquenne Julia Kessler, meranese con un passato nelle arti marziali che si è ritagliata un ruolo da protagonista, vincendo in 2h53’39 davanti ad Anna Conti (2h55’28) ed a Lucia Forte (2h57’46) che hanno completato il podio in rosa.

Erano in 850 a sfidare la frizzante brezza che alle 9 di mattina spazzava il Lago di Garda e per tutti loro la partenza è stata un autentico sollievo con il lungo lago fino a Riva del Garda a regalare una vista completa del Benaco, grazie al cielo limpido e completamente sereno di questo sabato di dicembre. Una volta arrivati a Riva per i trailer è iniziata la prima salita verso Tenno, prima asperità di un tracciato disegnato a bassa quota (massima altitudine 430 metri) che dopo la discesa ad Arco ha accompagnato i podisti a risalire il castagneto di Nago ed i suoi panorami mozzafiato verso il Garda e le Alpi trentine. Completata l’ultima difficoltà, non è restato che gettarsi a capofitto verso Nago, Castel Penede e la valle di Santa Lucia, per raggiungere nuovamente le sponde del lago e affrontare di slancio l’ultimo chilometro pianeggiante fino allo striscione d’arrivo posizionato tra la Colonia Pavese ed il Circolo Surf di Torbole.

Oltre venti nazioni rappresentate, quindici regioni italiane e tanto entusiasmo, per un trail che si adatta alla perfezione al periodo invernale, sia per il tracciato che per l’ambientazione del Garda Trentino che pure in giornate così rigide, sa regalare un clima più temperato.

Ed il Garda Trentino Xmas Trail ha permesso anche di completare il Winter XMas Trail Challenge, la speciale classifica che sommava i risultati cronometrici dell’UltraBericus Winter del 2 dicembre scorso, a consolidare un gemellaggio che prosegue da anni tra gli organizzatori trentini e quelli vicentini.

Ma non solo, il Garda Trentino Xmas Trail ha proposto anche le premiazioni del Trittico dei Laghi, circuito che ha incluso nel periodo estivo, il BVG Trail, il Garda Trentino Trail ed il Dolomiti di Brenta Trail con il successo della trentina azzurra di sci alpinismo Elena Nicolini ed il bresciano Mauro Migliorati al maschile.

Una domenica di grande lavoro per il Comitato Organizzatore presieduto da Matteo Paternostro, un lavoro che ha comunque portato grande soddisfazione, per una seconda edizione che ha dimostrato come anche la versione Xmas piaccia.

In un anno abbiamo raddoppiato le presenze ed i commenti sono stati entusiastici – è l’analisi a fine giornata di Matteo Paternostro – sicuramente c’è ancora molto da lavorare e da crescere, ma mi preme sottolineare ancora una volta la proficua collaborazione delle amministrazioni comunali interessate e degli enti territoriali che grazie all’impagabile sforzo dei nostri volontari hanno permesso di realizzare nuovamente un evento che include tutte le realtà dell’Alto Garda, accantonando campanilismi e individualismi. Questo è il punto forte del progetto: vogliamo crescere ancora, sia nella versione primaverile, sia nel Xmas Trail”.

Ed a proposito del Garda Trentino Trail, proprio giovedì si sono aperte le iscrizioni per l’edizione 2019 del 18 maggio: in ossequio all’alternanza del verso di percorrenza, l’arrivo sarà posto a Riva del Garda, punto terminale dei tre tracciati di 60 chilometri (partenza da Arco e 3500 metri di dislivello, 42 chilometri (partenza da Tenno e 2400 metri di dislivello) e 30 chilometri (partenza da Ledro e 1200 metri di dislivello) che consentiranno di toccare tre perle alpine come il Lago di Ledro, di Tenno ed il Garda, naturalmente.

LE DICHIARAZIONI

Christian Modena, vincitore

“Mi aspettavo di fare una gara da protagonista ma vincere non è mai semplice. Il percorso di gara è perfetto ed ideale per questa stagione, siamo partiti subito forte ma alla distanza sono riuscito ad allungare, soprattutto nei tratti più duri della seconda parte di gara. È la mia prima vittoria con i nuovi colori del Team La Sportiva e proprio per questo mi sento di dire che si tratta di una giornata importante. Complimenti agli organizzatori”.

Julia Kessler, vincitrice

“In partenza era un po’ freddo, ma ci siamo subito riscaldati ed un percorso così affascinante non ci ha fatto mai pensare alla temperatura, anzi. Non mi aspettavo di vincere, ma ho imparato che lo sport riserva sempre delle sorprese e sono contenta di essermi imposta qui sul Garda. Ora mi piacerebbe provare la versione primaverile, anche se la distanza è doppia”.

Christian Hofer, vincitore Garda Trentino Trail 2018

“Rispetto alla versione primaverile, il tracciato ridotto porta ad un ritmo maggiore. Forse ho sottovalutato un po’ il tracciato ed il freddo, ho patito di crampi allo stomaco nel tratto tra Bolognano e Nago e ho sofferto un po’. Ma l’organizzazione resta impeccabile”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*