campionati italiani di corsa in montagna in salsa bresciana

Bernard Dematteis della Corrintime e Valentina Belotti, di Temùe tesserata per l’Atletica Alta Valtellina e poi l’atletica Brescia 1950 tra le juniores qui il resoconto della fidal della seconda e ultima tappa degli italiani che ha dato le maglie tricolori 2016.

 

Bernard Dematteis (Corrintime) e Valentina Belotti (Alta Valtellina) a livello assoluto, Nadir Cavagna (Valle Brembana) e Marta Pugnetti (Carniatletica) per le promesse, Davide Magnini (Ras Courmayeur) e Francesca Franchi (Atl. Valchiese) tra gli juniores sono i campioni italiani 2016 di corsa in montagna. A decretarlo sono state le salite di Cortina d’Ampezzo (BL) che questa mattina, in una giornata funestata dal maltempo, hanno assegnato le ambite maglie tricolore. Dopo la prova inaugurale di salita e discesa, svolta nel mese di giugno a Lanzada (SO), oggi invece il tracciato era soltanto in ascesa e reso ancora più insidioso dalla pioggia e dal vento. Le condizioni meteo hanno quindi costretto a disputare la gara assoluta maschile su tracciato ridotto, identico a quello femminile, con arrivo al Rifugio Duca d’Aosta anziché al Pomedes come inizialmente previsto. Conquistano i titoli italiani di società Atletica Valli Bergamasche Leffe (assoluto e seniores-promesse maschile), Atletica Alta Valtellina (assoluto e seniores-promesse femminile, juniores maschile), Atletica Brescia 1950 (juniores femminile). Nella splendida cornice delle Tofane, per l’organizzazione della Polisportiva Caprioli di San Vito di Cadore, la manifestazione ha fornito indicazioni utili anche per i prossimi Mondiali in programma a Sapareva Banya (Bulgaria, 11 settembre).

SENIOR uomini – Una gara dominata dal cuneese Bernard Dematteis, che chiude in 49:01 sul percorso di 7,850 km davanti al gemello e campione d’Europa in carica Martin Dematteis (Corrintime), secondo in 49:50, mentre coglie la terza posizione Alex Baldaccini (Gs Orobie) con 50:27, in caccia di una maglia azzurra per la rassegna iridata. Poco distanti il valdostano Xavier Chevrier (Atl.

Bernard Dematteis (foto Scolari)

Valentina Belotti (archivio FIDAL)

Valli Bergamasche Leffe/50:32) che cede il titolo italiano, seguito da Francesco Puppi (Atl. Valle Brembana), quinto in 50:45, e dal sorprendente Nicola Spada (Atl. Valli Bergamasche Leffe/51:13) che mette in fila diversi atleti quotati: Cesare Maestri (Atl. Valli Bergamasche Leffe/51:16), Tommaso Vaccina (Cambiaso Risso Running Team/51:35), Nicola Pedergnana (Atl. Clarina Trentino/51:41) e Luca Cagnati (Atl. Valli Bergamasche Leffe/52:05). Nella graduatoria tricolore, al termine della seconda prova, Bernard Dematteis precede il gemello Martin Dematteis e Xavier Chevrier. Tra le promesse il campione italiano è Nadir Cavagna (Atl. Valle Brembana) che supera Alberto Vender e Marco Filosi, entrambi della Valchiese.

SENIOR donne – L’Atletica Alta Valtellina monopolizza il podio individuale di giornata con la vittoria in 49:06 della britannica Emmie Collinge, campionessa europea e prima sul traguardo con un netto vantaggio nei confronti della camuna Valentina Belotti, seconda in 50:56. Al terzo posto Elisa Desco (51:29) che guadagna anche il bronzo tricolore e consente alla compagna di club Belotti, a suo agio sul percorso tutto in salita, di scavalcare nella classifica del campionato italiano Sara Bottarelli (Free Zone/52:02), oggi quarta. Più staccate Antonella Confortola (Forestale/53:32) e Alice Gaggi (La Recastello/53:53), quindi Ivana Iozzia (Calcestruzzi Corradini Excelsior/55:21), Arianna Oregioni (Gp Santi Nuova Olonio/55:33), Samantha Galassi (La Recastello/56:19) e Ilaria Dal Magro (Atl. Lecco Colombo Costruzioni/57:10). Anche oggi la migliore under 23 è la friulana Marta Pugnetti (Carniatletica) che si aggiudica il tricolore di categoria su Carolina Michielin (Cus Trieste) e Michela Comola (Pont-Saint-Martin).

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*